Perché non si dovrebbe neanche parlare di qualità!

Perché non si dovrebbe neanche parlare di qualità!

Vado diretta, per me la qualità del lavoro deve sempre essere alla base. Non se ne dovrebbe neanche parlare, dovrebbe essere una cosa indiscutibile e scontata. In qualunque ambito.

Spesso e volentieri però, vedo capi dove le rifiniture sono talmente mal fatte da non potersi definire tali. Puoi pensare che non sia un problema perchè “chi lo vede? Tanto è interno!” , e invece no.

Le rifiniture sono importanti perché servono proprio a rinforzare i capi che indossiamo. Quando ci muoviamo, alziamo le braccia, camminiamo gli abiti che avvolgono il corpo subiscono delle pressioni più o meno forti. Se le cuciture e le rifiniture non sono ben fatte, la pressione spacca letteralmente il capo.

Come ti sentiresti se nel pieno di una riunione, in una fase delicata o con un cliente importante ti cadesse la penna per terra e mentre ti inchini per raccoglierla, ti si spaccasse la cucitura del cavallo, lasciandoti letteralmente in mutande?

Sicuramente anche tu conosci qualcuno a cui è successo. Io non scorderò mai il matrimonio di una mia amica, dove ad un ragazzo è proprio successo. Mentre ballava davanti a tutti si è piegato in avanti e il pantalone ha ceduto. Vi lascio immaginare la scena. Se ci penso vedo ancora la sua espressione in quel preciso momento, il panico e l’imbarazzo lo avvolgevano.

Nelle mie Sartorie, la qualità del lavoro, la precisione e la cura del risultato sono una certezza, senza questo elemento non avrei neanche aperto. E per dimostrarlo ho creato la garanzia 100% felice. Questo significa che se non dovessi essere felice del risultato, lo rifacciamo senza costi aggiuntivi.

Un abbraccio,

Giulia

Lascia un commento